Afghanistan, Fatima Gailani: “Con i talebani bisogna dialogare”

ROMA – La parola chiave nei confronti dell’Afghanistan deve essere “dialogo”, per la popolazione e i suoi diritti. Lasciando da parte il nodo del riconoscimento del governo talebano, che rischia altrimenti di ostacolare un percorso di sviluppo. È l’appello di Fatima Gailani, ex presidente della Mezzaluna rossa, nel 2020 unica negoziatrice donna ai colloqui di pace in Qatar.

IL DIALOGO È LA CHIAVE

Secondo la dirigente, 68 anni, formazione in diritto islamico e letteratura persiana, ospite a Roma della conferenza Coopera, l’”engagement”, inteso come impegno al confronto e al dialogo, è la “chiave” di tutti i problemi. “Bisognerebbe mettere da parte la questione del riconoscimento del governo dei talebani” sottolinea Gailani in un’intervista con l’agenzia Dire. “Non sostengo che tutti dovrebbero riconoscere il loro esecutivo, ma dialogare è una cosa differente; sarebbe per il bene dell’Afghanistan e del cambiamento nel Paese, per il suo sviluppo e per l’efficacia degli interventi umanitari”. La tesi è che rompere i rapporti e non parlarsi, semplicemente, non sarebbe una soluzione. “Il segreto è un processo politico” dice Gailani, protagonista dei colloqui di Doha che nel 2020 alimentarono brevemente la speranza di un’alternativa al conflitto armato tra i guerriglieri talebani e il governo dell’allora presidente Ashraf Ghani. Quell’esperienza di mediatrice porta con sé un avvertimento.

IL PROCESSO DI PACE

Secondo Gailani, infatti, “troppo spesso il processo politico in Afghanistan è stato costruito per escludere qualcuno”. Un esempio sarebbe la conferenza di Bonn, convocata dopo l’invasione americana del 2001 che aveva messo fine al primo periodo al potere per i talebani. “Chi mancava in Germania?” chiede l’ex negoziatrice in modo retorico. “Mancavano i talebani ed è assurdo: se combatti i talebani e poi i talebani sono assenti, qual è il significato del processo di pace?” I risultati di quegli errori, che Gailani invita i Paesi occidentali e della Nato a non ripetere, sarebbero davanti ai nostri occhi. Quello dell’ex presidente della Mezzaluna rossa è però anche un monito ai talebani, tornati al potere nell’agosto 2021 dopo il ritiro dei contingenti della Nato: “Se escludono le donne, le minoranze, i giovani e le tante persone istruite del Paese non potranno sopravvivere”.
]]

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Afghanistan, Fatima Gailani: “Con i talebani bisogna dialogare” proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento

Notizie correlate

Potrebbero interessarti

Nonno (Fdi): “Primo intervento per riqualificare il Parco Urbano dei Camaldoli”

“Con questo primo intervento è iniziata una nuova fase per il Parco Urbano dei Camaldoli, a pochi mesi dal suo insediamento il presidente del...

Matacena, commercialisti protagonisti della ripresa economica

Presentata la lista “Odcec 2.0, costruiamo insieme il futuro della professione” per l'Odcec Napoli Nord “La pandemia ha portato stravolgimenti in ogni settore: il mondo...

Kyung Wha Chu e Viktoria Baskakova vincono il Premio “Sigismund Thalberg”

La dodicesima edizione assegnata ex aequo alle pianiste americana e russa La dodicesima edizione del Premio Pianistico Internazionale Sigismund Thalberg (nella foto in alto), curata...

Moretta: “Commercialisti pronti al rilancio del brand Italia all’estero”

Lo ha detto il presidente dell'Odcec di Napoli all'incontro su “Iniziative e progetti del Sistema Italia per l'internazionalizzazione e il sostegno all'export” con il...

Nonno (Fdi): “Primo intervento per riqualificare il Parco Urbano dei Camaldoli”

“Con questo primo intervento è iniziata una nuova fase per il Parco Urbano dei Camaldoli, a pochi mesi dal suo insediamento il presidente del...

Matacena, commercialisti protagonisti della ripresa economica

Presentata la lista “Odcec 2.0, costruiamo insieme il futuro della professione” per l'Odcec Napoli Nord “La pandemia ha portato stravolgimenti in ogni settore: il mondo...

Kyung Wha Chu e Viktoria Baskakova vincono il Premio “Sigismund Thalberg”

La dodicesima edizione assegnata ex aequo alle pianiste americana e russa La dodicesima edizione del Premio Pianistico Internazionale Sigismund Thalberg (nella foto in alto), curata...

Moretta: “Commercialisti pronti al rilancio del brand Italia all’estero”

Lo ha detto il presidente dell'Odcec di Napoli all'incontro su “Iniziative e progetti del Sistema Italia per l'internazionalizzazione e il sostegno all'export” con il...

Potrebbero interessarti

- Advertisement -