venerdì, 31 Maggio , 24

Gettata dal ponte sull’A4, l’amica di Giada: “Aveva paura del compagno”

(Adnkronos) - Le parziali ammissioni, fatte alla polizia,...

Biden: “Trump fuori da Casa Bianca? Possibile solo con il voto”

(Adnkronos) - "C'è solo un modo per tenere...

Trump colpevole, il verdetto del processo Stormy Daniels

(Adnkronos) - Donald Trump è stato giudicato colpevole...

Appalti, Urso apre a proposta Francia su preferenza produzioni Ue

AttualitàAppalti, Urso apre a proposta Francia su preferenza produzioni Ue

Neutrali su strumenti, obiettivo è Ue polo tecnologico competitivo

Roma, 8 apr. (askanews) – L’Italia apre alla proposta della Francia di creare un meccanismo di “preferenza” a favore delle produzioni europee nelle gare di appalti. Posto che l’obiettivo deve essere quello di “fare dell’Europa un polo di tecnologie e di sviluppo industriale competitivo”, questo “può essere fatto anche attraverso misure preferenziali per quanto riguarda gli appalti pubblici in Europa”, ha affermato il ministro di Industria e Made in Italy, Adolfo Urso, nella conferenza stampa al termine della terza trilaterale, stavolta a Parigi, con i suoi omologhi di Francia, Bruno Le Maire, e Germania, Robert Habeck.

“Credo che il concetto sia esprimibile nel dire che noi siamo favorevoli a un commercio libero ed equo, cioè che rispetta le stesse condizioni. E quindi le stesse condizioni sociali e ambientali, per esempio – ha spiegato – in modo tale credo che si possa poi competere appunto in piena equità”.

“E noi siamo favorevoli ad ogni soluzione che ci consenta di sviluppare una autonomia strategica europea su quei settori che sono fondamentali per lo sviluppo del nostro continente”, ha proseguito Urso. “Quindi ciò potrà essere fatto attraverso criteri di qualità, come abbiamo fatto in Italia recentemente per incentivare l’utilizzo dei pannelli fotovoltaici. Può essere fatto anche attraverso misure di contrasto al dumping, le sovvenzioni pubbliche. E “può essere fatto anche attraverso misure preferenziali per quanto riguarda gli appalti pubblici in Europa”.

“Noi siamo neutrali rispetto agli strumenti che vengono utilizzati, purché si abbia una visione chiara – ha concluso Urso – che è quella di fare dell’Europa un polo di tecnologie e di sviluppo industriale competitivo, come serve per sostenere i nostri standard sociali e ambientali”.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles