“Assomoud”, un docufilm sui profughi palestinesi in Libano

ROMA – La storia dei profughi palestinesi in Libano e le loro difficoltà, come a esempio le leggi che gli precludono la possibilità di praticare oltre 70 lavori. Ma anche la tenacia di andare avanti con progetti a sostegno della comunità, a esempio nei settori nell’assistenza psico-sociale e odontoiatrica. C’è questo e altro nel documentario ‘Assomoud. House of the Resilient Children’ della regista Francesca Zonars, coprodotto dalle ong Un Ponte Per e Cooperazione odontoiatrica internazionale Onlus (Coi), trasmesso nel quartiere Pigneto di Roma nella giornata di inaugurazione della libreria DeriveApprodi Radical.

IL RICORDO DI SABRA E SHATILA

L’occasione per la proiezione è stato anche il 40esimo anniversario della strage nel campo profughi di Shatila e nel quartire di Sabra, entrambi nel sud di Beirut, passati alla storia come il massacro di Sabra e Shatila. Il 16 settembre 1982 milizie libanesi cristiano-maronite uccisero centinaia, fino a 3500 persone secondo alcune stime, fra profughi palestinesi e libanesi musulmani.Molti degli orfani di quegli omicidi di massa sono stati e sono tuttora sostenuti da Beit Atfal Assomoud, l’organizzazione palestinese che il film segue e di cui racconta la storia, cominciata durante la guerra civile libanese negli anni ’70, come ricordato prima della proiezione del film in un video messaggio dalla capitale libanese dal presidente e fondatore Kassem Aina.Il documentario dà voce anche a Coi, che contribuisce a portare l’assistenza odontoiatrica nel campo, e a Ulaya, un’altra organizzazione che nei campi profughi si occupa di assistenza psico-sociale. I principali destinatari di questi progetti sono minori.Sullo sfondo la problematiche che affrontano i profughi palestinesi in Libano, dove la legge riconosce il loro status solo parzialmente e dove non impedisce loro di studiare, ma di praticare 77 professioni.Un Ponte per sostiene i centri di Assomoud dal 1997, garantendo istruzione, salute e protezione per bambini/e palestinesi dei campi profughi libanesi.
]]

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo “Assomoud”, un docufilm sui profughi palestinesi in Libano proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento

Notizie correlate

Potrebbero interessarti

Nonno (Fdi): “Primo intervento per riqualificare il Parco Urbano dei Camaldoli”

“Con questo primo intervento è iniziata una nuova fase per il Parco Urbano dei Camaldoli, a pochi mesi dal suo insediamento il presidente del...

Matacena, commercialisti protagonisti della ripresa economica

Presentata la lista “Odcec 2.0, costruiamo insieme il futuro della professione” per l'Odcec Napoli Nord “La pandemia ha portato stravolgimenti in ogni settore: il mondo...

Kyung Wha Chu e Viktoria Baskakova vincono il Premio “Sigismund Thalberg”

La dodicesima edizione assegnata ex aequo alle pianiste americana e russa La dodicesima edizione del Premio Pianistico Internazionale Sigismund Thalberg (nella foto in alto), curata...

Moretta: “Commercialisti pronti al rilancio del brand Italia all’estero”

Lo ha detto il presidente dell'Odcec di Napoli all'incontro su “Iniziative e progetti del Sistema Italia per l'internazionalizzazione e il sostegno all'export” con il...

Nonno (Fdi): “Primo intervento per riqualificare il Parco Urbano dei Camaldoli”

“Con questo primo intervento è iniziata una nuova fase per il Parco Urbano dei Camaldoli, a pochi mesi dal suo insediamento il presidente del...

Matacena, commercialisti protagonisti della ripresa economica

Presentata la lista “Odcec 2.0, costruiamo insieme il futuro della professione” per l'Odcec Napoli Nord “La pandemia ha portato stravolgimenti in ogni settore: il mondo...

Kyung Wha Chu e Viktoria Baskakova vincono il Premio “Sigismund Thalberg”

La dodicesima edizione assegnata ex aequo alle pianiste americana e russa La dodicesima edizione del Premio Pianistico Internazionale Sigismund Thalberg (nella foto in alto), curata...

Moretta: “Commercialisti pronti al rilancio del brand Italia all’estero”

Lo ha detto il presidente dell'Odcec di Napoli all'incontro su “Iniziative e progetti del Sistema Italia per l'internazionalizzazione e il sostegno all'export” con il...

Potrebbero interessarti

- Advertisement -