17 views 54 secs 0 Comment

Atlantia, Golfo: delisting e Cda soli uomini è precedente pericoloso

- 18/01/2023

Presidente della Fondazione Marisa Bellisario

Roma, 18 gen. (askanews) – “Il caso di Atlantia – che dopo il delisting ha nominato un CdA di 11 membri tutti uomini – crea un precedente su cui il legislatore dovrebbe riflettere. Estendere l’obbligo di quote alle grandi aziende non quotate, come sta avvenendo in Francia, non deve essere un tabù”. Così Lella Golfo, Presidente della Fondazione Marisa Bellisario e prima firmataria della legge che ha introdotto le quote di genere nei CdA delle società quotate e controllate.

“Che una società che ha appena perso lo status di quotata torni a un board di soli uomini è un fatto grave che non può passare sotto silenzio. Soprattutto mentre in Europa, con l’approvazione della direttiva Women on boards, s’imprime finalmente una svolta in questa direzione”, aggiunge.

“Grazie alla mia legge, l’Italia è oggi ai primi posti in Ue per donne nei CdA ma il caso di Atlantia dimostra da una parte come le quote continuino a essere necessarie e dall’altra come sia il momento di fare un passo ulteriore. In Francia, una legge approvata nel dicembre 2021 impone alle aziende con più di mille dipendenti una quota del 30% di donne quadri-dirigenti e membri degli organi direttivi, pena una sanzione pecuniaria. È un esempio che dovremmo valutare per evitare pericolosi passi indietro in tema di parità ai vertici aziendali”, conclude.

continua a leggere sul sito di riferimento