giovedì, 4 Luglio , 24

Elezioni Francia, appello di Le Pen: “Possiamo ancora avere maggioranza assoluta”

(Adnkronos) - "Penso che abbiamo ancora le capacità...

Benzina e diesel, prezzi ancora in rialzo: rincari anche per il Gpl

(Adnkronos) - Nonostante la battuta d'arresto delle quotazioni...

Aviaria, in Usa quarto caso umano da epidemia bovini

(Adnkronos) - Il quarto caso umano di influenza...

Coldiretti Puglia: serve tavolo permanente per emergenza irrigua

AttualitàColdiretti Puglia: serve tavolo permanente per emergenza irrigua

Agricoltori in piazza davanti alla Regione
Roma, 4 lug. (askanews) – Istituzionalizzare un tavolo regionale permanente per l’emergenza irrigua nella regione. Lo chiede la Coldiretti Puglia che oggi è scesa in piazza a fianco degli agricoltori, come in altre parti d’Italia da Nord a Sud per ottenere dalla Regione interventi immediati, visto che la siccità in Puglia ha già causato danni per oltre 1 miliardo di euro in poco più di 2 anni e raccolti dimezzati che rischiano di svuotare gli scaffali, dalle ciliegie al grano, dal miele fino alle olive.
Le clementine sono finite al macero, compromesse dalla mancanza di acqua che ne ha inibito l’accrescimento, ma anche la produzione di grano per fare pane e pasta risulta dimezzata per effetto della prolungata siccità. La crisi idrica ha determinato un calo drastico di foraggio verde nei pascoli con l’aggravio dei costi per l’acquisto di mangimi per garantire l’alimentazione degli animali nelle stalle, ma anche gli apicoltori hanno dovuto dire addio ad oltre 1 vasetto di miele su 2 con le api stremate senza cibo per le fioriture azzerate, con il 60% in meno di raccolta condizionata dal caldo e dalla siccità.
Ma a preoccupare – continua Coldiretti Puglia – sono le previsioni della prossima campagna di raccolta delle olive, dove si stima un crollo del 50% rispetto all’anno scorso, con effetti altrettanto gravi sulla produzione di olio extravergine.
“Va istituzionalizzato un tavolo regionale permanente per l’emergenza irrigua e la siccità che affronti senza indugio annose quanto impellenti questioni a carico di ARIF e dei consorzi di bonifica commissariati e del consorzio unico”, ha detto Pietro Piccioni.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles