FOTO | Al porto di Beirut l’Apocalisse: il Paese dice ‘Inshallah’

Dalla nostra inviata Silvia Mari

BEIRUT – L’odore acre del grano fermentato, misto ai rifiuti in quel che resta nel moncone dei silos, è nauseante. Le lamiere sono montagne intervallate da rifiuti e carcasse di nave. Gli uccelli sorvolano l’acqua entrata nel cratere che ha spezzato in due il molo. Non è mare, ma una lamiera lugubre. Il silenzio è solido, asfissiante. Appare cosi il porto di Beirut, distrutto dall’esplosione del 4 agosto 2020, ai pochi che possono, dopo lunghe e complesse autorizzazioni, varcare la soglia d’ingresso. L’ agenzia Dire, alla vigilia del voto, ha potuto documentare le condizioni della zona distrutta di Beirut.

LEGGI ANCHE: Beirut senza respiro, chi donava adesso chiede aiuto

L’ultima persona è morta una settimana fa: 243 il bilancio di un’apocalisse da 2.750 tonnellate di nitrato d’ammonio. Attraversando l’area resta ancora oggi addosso una forte tosse nelle ore successive, e tutto è fermo a quel giorno.

Con il cuore del Libano così ridotto e la giustizia di fatto bloccata è davvero difficile avere reali aspettative nel voto del 15 maggio. ‘Inshallah’ (se Dio vuole) dicono tutti, ma nessuno sa mai se sia rassegnazione o vera speranza.

]]

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo FOTO | Al porto di Beirut l’Apocalisse: il Paese dice ‘Inshallah’ proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento

Notizie correlate

Potrebbero interessarti

Matacena, commercialisti protagonisti della ripresa economica

Presentata la lista “Odcec 2.0, costruiamo insieme il futuro della professione” per l'Odcec Napoli Nord “La pandemia ha portato stravolgimenti in ogni settore: il mondo...

Kyung Wha Chu e Viktoria Baskakova vincono il Premio “Sigismund Thalberg”

La dodicesima edizione assegnata ex aequo alle pianiste americana e russa La dodicesima edizione del Premio Pianistico Internazionale Sigismund Thalberg (nella foto in alto), curata...

Moretta: “Commercialisti pronti al rilancio del brand Italia all’estero”

Lo ha detto il presidente dell'Odcec di Napoli all'incontro su “Iniziative e progetti del Sistema Italia per l'internazionalizzazione e il sostegno all'export” con il...

La stanchezza emotiva provocata dal Covid-19

di ANTONIO SCAMARDELLA* Il mondo è in costante cambiamento, lo è anche e in particolare adesso. La pandemia in corso, però, sta cambiando il nostro...

Matacena, commercialisti protagonisti della ripresa economica

Presentata la lista “Odcec 2.0, costruiamo insieme il futuro della professione” per l'Odcec Napoli Nord “La pandemia ha portato stravolgimenti in ogni settore: il mondo...

Kyung Wha Chu e Viktoria Baskakova vincono il Premio “Sigismund Thalberg”

La dodicesima edizione assegnata ex aequo alle pianiste americana e russa La dodicesima edizione del Premio Pianistico Internazionale Sigismund Thalberg (nella foto in alto), curata...

Moretta: “Commercialisti pronti al rilancio del brand Italia all’estero”

Lo ha detto il presidente dell'Odcec di Napoli all'incontro su “Iniziative e progetti del Sistema Italia per l'internazionalizzazione e il sostegno all'export” con il...

La stanchezza emotiva provocata dal Covid-19

di ANTONIO SCAMARDELLA* Il mondo è in costante cambiamento, lo è anche e in particolare adesso. La pandemia in corso, però, sta cambiando il nostro...

Potrebbero interessarti

- Advertisement -