lunedì, 8 Luglio , 24

Imprese: gestione dei rischi climatici, Sace in partnership per polizze dedicate

(Adnkronos) - È stata siglato l’accordo tra Sace...

Giulia Cecchettin, Turetta direttamente a processo e rinuncia a perizia psichiatrica

(Adnkronos) - Filippo Turetta, accusato dell'omicidio di Giulia...

Corruzione Liguria, Toti non si ricandiderà alle Regionali

(Adnkronos) - Il presidente della Regione Liguria Giovanni...

Vaccini e obbligo, medici contro Borghi: “Si torna indietro di 100 anni”

(Adnkronos) - Medici all'attacco contro l'emendamento presentato dal...

Il whiskey nasce in Irlanda, lo dice un manoscritto di 700 anni fa

AttualitàIl whiskey nasce in Irlanda, lo dice un manoscritto di 700 anni fa

Esposto nella Cattedrale di St. Canice a Kilkenny
Roma, 8 lug. (askanews) – Anticamente si chiamava Uisce Beatha (pronuncia, ìsc-ke baha), espressione che in gaelico irlandese vuol dire “acqua di vita” e leggendo queste due parole con la corretta pronuncia non è difficile capire come sia alle origini della pronuncia corrente della parola whiskey.
E quella che forse poteva sembrare solo una suggestione, ovvero che il whiskey nasce in Irlanda, è adesso avvalorata anche da un manoscritto del XIV secolo, famoso per contenere una delle prime descrizioni della distillazione del whiskey, da poco esposto nella Cattedrale di St Canice, a Kilkenny, nell’Ireland’s Ancient East.
È noto con il nome Red Book of Ossory, dal colore della sua rilegatura in pelle, ed è un importante registro episcopale della cattedrale di St Canice, redatto in Irlanda nel 1324 (da Richard de Ledrede che servi come vescovo di Ossory) ovvero 170 anni delle prime registrazioni scritte in Scozia.
Il volume è rinomato a livello internazionale perché racchiude informazioni importanti come documenti di interesse legale e le disposizioni della Magna Carta. Contiene anche una delle prime ricette attestate per la distillazione del whisky: fa riferimento, appunto, a una sostanza chiamata aqua vitae, espressione latina che in gaelico irlandese divenne appunto uisce beatha, da cui deriva la parola whiskey.
Anche se questo documento sembra proprio essere il primo riferimento scritto alla distillazione del whiskey in Irlanda, si ritiene che il processo di distillazione sia stato introdotto sull’isola da alcuni monaci addirittura tra l’ottavo e l’undicesimo secolo. Indipendentemente dal modo in cui è iniziata, la distillazione del whiskey in Irlanda è cresciuta fino a farlo diventare un prodotto di livello, importante per l’economia e famoso in tutto il mondo, e accanto a colossi come, per esempio Jameson e Bushmills, in Irlanda del Nord, in tutta l’isola sono fiorite eccellenti distillerie artigianali, che hanno aperto i battenti arricchendo la varietà del whiskey irlandese.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles