Lavoratori Whirlpool sul piedi di guerra: “È un inferno, vogliamo garanzie”

ROMA – I lavoratori Whirlpool sono sul piede di guerra. Sono giunti a Roma per il tavolo convocato al Ministero dello Sviluppo Economico per scongiurare i licenziamenti nello stabilimento napoletano e giurano di non volersene andare finché non avranno “garanzie sul posto di lavoro”. Sono arrivati da oltre un’ora, il tavolo è cominciato da poco ma senza la presenza delle figure più attese, i ministri. “Da tre anni siamo in un limbo, per non dire un inferno”, spiega Carmen. “Da tre anni chiediamo di avere il nostro lavoro, non se ne può più, è inaudito”. La tensione sale quando anche tra i lavoratori giunge la notizia dell’assenza al tavolo dei ministri, impegnati poco distanti dal ministero in Cdm, e nemmeno delle sottosegretaria al Mise Alessandra Todde. “Ministri di cosa?- chiede sarcastica Carmen- loro sono diplomatici”. Qualcun altro chiede quando arriveranno i ministri, se c’è un orario di conclusione del Cdm. Ma non c’è alcuna risposta e qualcuno si spazientisce. Altri si sorprendono dell’assenza della Todde, di solito presente nei precedenti incontri. “Adesso non abbiamo date- conclude Carmen- il nostro riferimento è oggi e per noi non c’è fine a questa giornata finché non avremo garanzie”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Lavoratori Whirlpool sul piedi di guerra: “È un inferno, vogliamo garanzie” proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento

Notizie correlate

Potrebbero interessarti

Matacena, commercialisti protagonisti della ripresa economica

Presentata la lista “Odcec 2.0, costruiamo insieme il futuro della professione” per l'Odcec Napoli Nord “La pandemia ha portato stravolgimenti in ogni settore: il mondo...

Kyung Wha Chu e Viktoria Baskakova vincono il Premio “Sigismund Thalberg”

La dodicesima edizione assegnata ex aequo alle pianiste americana e russa La dodicesima edizione del Premio Pianistico Internazionale Sigismund Thalberg (nella foto in alto), curata...

Moretta: “Commercialisti pronti al rilancio del brand Italia all’estero”

Lo ha detto il presidente dell'Odcec di Napoli all'incontro su “Iniziative e progetti del Sistema Italia per l'internazionalizzazione e il sostegno all'export” con il...

La stanchezza emotiva provocata dal Covid-19

di ANTONIO SCAMARDELLA* Il mondo è in costante cambiamento, lo è anche e in particolare adesso. La pandemia in corso, però, sta cambiando il nostro...

Matacena, commercialisti protagonisti della ripresa economica

Presentata la lista “Odcec 2.0, costruiamo insieme il futuro della professione” per l'Odcec Napoli Nord “La pandemia ha portato stravolgimenti in ogni settore: il mondo...

Kyung Wha Chu e Viktoria Baskakova vincono il Premio “Sigismund Thalberg”

La dodicesima edizione assegnata ex aequo alle pianiste americana e russa La dodicesima edizione del Premio Pianistico Internazionale Sigismund Thalberg (nella foto in alto), curata...

Moretta: “Commercialisti pronti al rilancio del brand Italia all’estero”

Lo ha detto il presidente dell'Odcec di Napoli all'incontro su “Iniziative e progetti del Sistema Italia per l'internazionalizzazione e il sostegno all'export” con il...

La stanchezza emotiva provocata dal Covid-19

di ANTONIO SCAMARDELLA* Il mondo è in costante cambiamento, lo è anche e in particolare adesso. La pandemia in corso, però, sta cambiando il nostro...

Potrebbero interessarti

- Advertisement -