24 views 56 secs 0 Comment

Nel parco verde di Caivano scoperti i bunker segreti per sfuggire alle catture

- 25/11/2022

NAPOLI – Bunker in costruzione come quelli dell’entroterra calabrese, nascondigli studiati per sfuggire agli arresti, per occultare armi o droga. Sono quattro i rifugi scoperti a Caivano (Napoli) dai carabinieri della compagnia locale insieme ai militari dello squadrone eliportato Cacciatori di Calabria.

Le forze dell’ordine hanno perquisito decine di caseggiati popolari nel rione Parco Verde e nel Bronx. L’accesso ai bunker era camuffato nelle cantine, nei seminterrati e nelle aree comuni condominiali. Per entrare in uno dei rifugi, ancora in costruzione, era necessario raggiungere una botola blindata, nascosta in una parete di mattoni.

Lungo un muretto di cinta di uno dei palazzoni dei caseggiati popolari era stato scavato un piccolo vano, esattamente della stessa dimensione del mattone che lo componeva: era il nascondiglio di armi e droga. A coprirlo uno sportello sul quale era stato agganciato uno strato di tufo, muschio compreso, che si mimetizzava perfettamente con il resto della parete. Nella cavità quasi un chilo di cocaina diviso in cinque panetti e 20 panetti di hashish per oltre 4 chili di sostanza. E, ancora, 50 proiettili calibro 7,65 e 57 calibro 9×21 millimetri. Durante il blitz è stato scoperto anche un laboratorio per il confezionamento della droga, poi finito sotto sequestro.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo https://www.dire.it continua a leggere sul sito di riferimento