Più Europa rompe con Azione: “Calenda incoerente, noi rivendichiamo il patto col Pd”

ROMA – La rottura del patto tra Carlo Calenda e il Pd provoca, a catena, un’altra divisione. Più Europa, che insieme al leader di Azione aveva firmato l’accordo con il segretario dem Enrico Letta, non segue Calenda e rivendica l’intesa con i Democratici. Fine, quindi, della federazione tra Azione e Più Europa.

“Come Più Europa avevamo una federazione con Azione nata otto mesi fa ed è stato un progetto al quale abbiamo tenuto molto – spiega Riccardo Magi, presidente di Più Europa -. Nelle ultime settimane abbiamo verificato la possibilità di patto di un accordo elettorale con il Pd e non è stato facile raggiungerlo. L’accordo è stato firmato martedì scorso, non mesi fa. Questo accordo raggiunto non senza fatica sottoscritto da Calenda, Letta e Della Vedova, dopo 4-5 giorni è stato stracciato da Carlo Calenda, senza che vi fosse nessuna violazione da parte delle altre parti di quello che c’era scritto”.

LEGGI ANCHE: VIDEO | Elezioni, Calenda a Zingaretti: “Traditore? Offriremo una prospettiva di governo seria”

Magi, intervistato nel programma ‘Gli Inascoltabili’ in onda sull’emittente radiofonica New Sound Level, aggiunge: “Dopo questo strappo inevitabilmente noi dobbiamo prendere delle decisioni, abbiamo ribadito che quello è un accordo che rivendichiamo. Dispiace l’incoerenza di Carlo Calenda che ha detto sempre che la parola data ha un valore e va mantenuta. Secondo me viene data troppo per scontata l’unità del centrodestra. Nella passata legislatura si erano candidati tutti assieme e poi una parte è andata al Governo. Dove sta questa unità? Anche a costo di perdere elettori, noi di Più Europa siamo un piccolo partito, non abbiamo mai fatto promesse che non potevamo mantenere”.

LEGGI ANCHE: Il no di Calenda a Letta, Salvini: “A sinistra caos e tutti contro tutti”. Meloni: “Una telenovela”

“La nostra storia insieme alla figura della leader Emma Bonino è riconosciuta unanimemente come una storia di coerenza – continua Magi – poi si può anche ritenere di fare alleanze con qualcuno ed è il tentativo fatto con Calenda, purtroppo però la sua coerenza è durata cinque giorni. Noi diamo una valutazione positiva dell’accordo col Pd, per noi resta quello che è stato firmato, quella è una base di accordo molto breve ma molto chiaro, poco ambiguo e diretto sui punti essenziali. Ovviamente poi noi abbiamo il nostro programma, e continueremo a fare, ad esempio sulla legalizzazione della cannabis e sul tema dei diritti civili in generale, quello che abbiamo fatto sempre negli ultimi decenni. Io penso che i cittadini devono guardare non tanto a ciò che viene detto ma a quello che è stato fatto negli anni precedenti – conclude il presidente di Più Europa – perché quella è garanzia di coerenza di un politico e di un partito”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Più Europa rompe con Azione: “Calenda incoerente, noi rivendichiamo il patto col Pd” proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento

Notizie correlate

Potrebbero interessarti

Nonno (Fdi): “Primo intervento per riqualificare il Parco Urbano dei Camaldoli”

“Con questo primo intervento è iniziata una nuova fase per il Parco Urbano dei Camaldoli, a pochi mesi dal suo insediamento il presidente del...

Matacena, commercialisti protagonisti della ripresa economica

Presentata la lista “Odcec 2.0, costruiamo insieme il futuro della professione” per l'Odcec Napoli Nord “La pandemia ha portato stravolgimenti in ogni settore: il mondo...

Kyung Wha Chu e Viktoria Baskakova vincono il Premio “Sigismund Thalberg”

La dodicesima edizione assegnata ex aequo alle pianiste americana e russa La dodicesima edizione del Premio Pianistico Internazionale Sigismund Thalberg (nella foto in alto), curata...

Moretta: “Commercialisti pronti al rilancio del brand Italia all’estero”

Lo ha detto il presidente dell'Odcec di Napoli all'incontro su “Iniziative e progetti del Sistema Italia per l'internazionalizzazione e il sostegno all'export” con il...

Nonno (Fdi): “Primo intervento per riqualificare il Parco Urbano dei Camaldoli”

“Con questo primo intervento è iniziata una nuova fase per il Parco Urbano dei Camaldoli, a pochi mesi dal suo insediamento il presidente del...

Matacena, commercialisti protagonisti della ripresa economica

Presentata la lista “Odcec 2.0, costruiamo insieme il futuro della professione” per l'Odcec Napoli Nord “La pandemia ha portato stravolgimenti in ogni settore: il mondo...

Kyung Wha Chu e Viktoria Baskakova vincono il Premio “Sigismund Thalberg”

La dodicesima edizione assegnata ex aequo alle pianiste americana e russa La dodicesima edizione del Premio Pianistico Internazionale Sigismund Thalberg (nella foto in alto), curata...

Moretta: “Commercialisti pronti al rilancio del brand Italia all’estero”

Lo ha detto il presidente dell'Odcec di Napoli all'incontro su “Iniziative e progetti del Sistema Italia per l'internazionalizzazione e il sostegno all'export” con il...

Potrebbero interessarti

- Advertisement -