55 views 2 mins 0 Comment

Ppe, Ronzulli (Fi): da Weber atto di ostilità, ha ceduto a pressioni

- 19/02/2023

“Cancellazione forum Napoli gravissima, rispediamo al mittente intervento a gamba tesa”

Roma, 19 feb. (askanews) – Il Ppe che cancella un evento a Napoli dopo le parole di Berlusconi sull’Ucraina è “una decisione gravissima, un atto d’ostilità, che rispediamo al mittente, e un’entrata a gamba tesa nei confronti di un intero partito, con l’obiettivo di spaccarlo e di separare il presidente Berlusconi da Forza Italia, di cui è l’incarnazione». Lo ha dichiarato Licia Ronzulli, presidente dei senatori di Forza Italia.

“Ricordo anche che Weber andò per ben due volte ad Arcore per ottenere il suo sostegno per fare il commissario e, non riuscendoci, chiese di fare il capogruppo del Ppe. Per far incrinare i rapporti bisogna essere in due, e non è questo il caso. Weber – prosegue – ha ceduto alle pressioni di alcuni esponenti del Ppe. Eppure il presidente Berlusconi e Forza Italia non hanno mai lasciato alcun margine di ambiguità sulla crisi dell’Ucraina. È noioso dover ripetere sempre le stesse cose: abbiamo votato tutti e sei i decreti per l’invio delle armi, e faremo lo stesso con i prossimi».

Ronzulli si dice “sorpresa, e non poco, degli attacchi contro un uomo di pace, che per la pace ha sempre lavorato. Sarebbe superfluo ricordare gli accordi di Pratica di mare e la storica stretta di mano fra Bush e Putin, di cui Berlusconi fu l’unico artefice. Il pensiero toma anche a quel primo marzo del 2006, quando Berlusconi venne invitato come ospite d’onore a Washington per parlare al congresso americano in sessione plenaria. Prima del leader azzurro, l’onore per l’Italia era toccato solo a esponenti della prima Repubblica”.

Mpd

continua a leggere sul sito di riferimento