Sandro Deidda e i Tv Project fanno emozionare il pubblico con le più belle sigle della tv

Al Premio Charlot domani ultimo appuntamento con il Campania Blues Festival

Un tuffo nel passato ascoltando quelle sigle che hanno fatto la storia della televisione italiana. Una serata di grandi emozioni quella offerta ieri (21 luglio) all’Arena del Mare nell’ambito della XXXIV edizione del Premio Charlot da Sandro Deidda al sax e clarinetto e dai Tv Project, ovvero Gian Pio Vetromile al pianoforte e tastiere, Angelo Carpentieri alla chitarra elettrica, Paolo Pelella al basso elettrico e Giampiero Virtuoso alla batteria.

Deidda e i suoi hanno fatto ascoltare musiche che tutti conosciamo perché abbinate a programmi televisivi e spot pubblicitari indimenticabili. La televisione, prima degli odierni mass media, ha contribuito a creare un gusto musicale popolare, spesso standardizzato, eppure proteso a diffondere contenuti di livello medio-elevato.

E così la singolare serata, ha visto il gruppo eseguire brani come Gamma (Riz Ortolani), passando per Dov’è Anna (Stelvio Cipriani); Jazz band (Henghel Gualdi); Starsky and Hutch (James Taylor Quartet); Attenti a quei due (John Barry); Arsenio Lupin (Jean Pierre Bourtayre); Nata libera (John Barry); Sazio 1999 (Barry Gray); Sonatina su tasti neri (Pippo Caruso); 90° Minuto (Jack Trombey); La Cittadella (Riz Ortolani); E le stelle stanno a guardare (Riz Ortolani); Ritratto di donna velata (Berto Pisano); The Groove (Rodney Franklin); Carosello medley 1: Martini/ Fernet Branca/Birra Peroni/ Vecchia Romagna.

Archiviata dunque anche la terza serata di spettacoli all’Arena del Mare, mentre il patron, ideatore e direttore artistico Claudio Tortora, annuncia un altro ospite per la serata del 29 luglio, quella dedicata a Papa Francesco.

Si tratta di Amara, cantautrice nota per la sua partecipazione alla quinta edizione di “Amici di Maria De Filippi”, ha partecipato alle edizioni 2008 e 2009 del concorso SanremoLab e 2010 e 2011 di Area Sanremo, classificandosi sempre tra gli otto vincitori della manifestazione.

Intanto domani sera (23 luglio), con inizio alle ore 21,30 il Premio Charlot, ospita l’ultima delle due serate del “Campania Blues Festival”. Ospite Matt Schofield inglese di Manchester, classe ‘77, cantante chitarrista cresciuto a pane e blues dal padre e folgorato dalla chitarra jazz di Robben Ford. Con la sua band, il Matt Schofield Trio, suona il proprio materiale, una miscela di blues, funk e jazz, oltre a cover di classici blues.

Considerato uno dei chitarristi blues britannici più distintivi e innovativi, Schofield è stato classificato tra i primi dieci chitarristi blues britannici da una prestigiosa rivista.

L‘abilità di Schofield ha portato la sua band in dodici paesi, lo ha visto suonare con musicisti tra cui Buddy Guy e Robben Ford, ed è nominato nel Penguin Book of Blues Recordings come uno degli unici due artisti britannici viventi ad ottenere la valutazione massima di quattro stelle.

Inoltre, è stato ammesso alla British Blues Awards Hall of Fame. Insomma una vera e propria icona riconosciuta in tutto il mondo per il suo suono fluido e melodico. Un modo di suonare che haispirato legioni di chitarristi oltre a una ricercata linea di strumenti e apparecchiature distintivi tra cui l’amplificatore Matt Schofield Two-Rock. Rinomato educatore musicale, nel 2018 Matt ha pubblicato “Blues Speak”, la sua acclamata serie didattica TrueFire.

E proprio Matt Schofield nel pomeriggio (nell’atrio del Duomo – ore 16) terrà una Msterclass di chitarra blues (infoline 339 739 8095). Ad aprire l’overground blues dei Sacromud, la band dello storico chitarrista Maurizio Pugno, uno che da oltre trent’anni mastica “blues e gentilezza, dobro e conoscenza, attenzione musicale ed impazienza civile”.

Una musica, quella dei Sacromud, con latitudine Gubbio e longitudine Italia: per rinnovare la tradizione. Non è quindi solo una band che pesca dentro al blues di Pugno proseguendone in qualche modo la traiettoria, ma una vera e propria fabbrica di suggestioni spalmate sul cosa siamo oggi, in quella che è la loro ballata contemporanea.

A fare da corona al chitarrista Raffo Barbi (voce); Alex Fiorucci (tastiere); Franz Piombino (basso elettrico) e Riccardo Fiorucci (batteria e percussioni).

IL 24 LUGLIO PREMIO CHARLOT ALLA CARRIERA A BRUNO VENTURINI E PREMIO SPECIALE A GIUSEPPE GIBBONI, A SEGUIRE SI RIDE CON PAOLO CAIAZZO

E mentre sta per calare il sipario sulla prima parte della XXXIV edizione del Premio Charlot il patron e direttore artistico Claudio Tortora annuncia a chi sarà consegnato nella serata del 24 luglio all’Arena del Mare alle ore 21,30 il Premio Charlot alla Carriera.

Il riconoscimento andrà al Maestro Bruno Venturini, cantante di origini paganese, ha tenuto concerti in tutto il mondo. La sua opera discografica più conosciuta è “Antologia della canzone napoletana”.

Tra i riconoscimenti che ha ricevuto ricordiamo: nel 2005 viene nominato Cavaliere dell’Ordine di Malta; nel 1995 il Presidente della Repubblica Scalfaro l’ha nominato Grande Ufficiale della Repubblica Italiana per meriti artistici internazionali; Prima ancora nel 1972 è stato nominato del titolo accademico classe Nobel dall’Accademia delle Lettere, scienze ed arti di Milano.

Dopo la premiazione del Maestro Bruno Venturini, toccherà a Giuseppe Gibboni salire a distanza di 5 anni nuovamente sul palco del Premio Charlot.

Al violinista vincitore del Premio Paganini, sarà consegnato il Premio Charlot speciale. A seguire si terrà lo spettacolo comico con protagonista Paolo Caiazzo.

IL 25 LUGLIO SI RIDE CON ROBERTO LIPARI E LUCA LOMBARDO

Una serata tutta all’insegna del divertimento quella in programma per il 25 luglio, alle ore 21,30, con due giovani, talentuosi e già noti comici italiani. Roberto Lipari, sicialiano, è stato vincitore e poi co-conduttore del talent “Eccezionale Veramente”, ha fatto parte del cast di Colorado e inviato prima e conduttore poi di Striscia la Notizia, sceneggiatore e protagonista del film “TuttAPPosto”.

Luca Lombardo è un attore, un mago, un clown, un trasformista. Profondo estimatore di Arturo Brachetti, dopo aver studiato magia e recitazione dal 2004 si dedicherà al trasformismo. Nel 2021 partecipa insieme al gruppo “Lo Stato Sociale” al Festival di Sanremo.

IL 26 LUGLIO PREMIO CHARLOT OMAGGIO A PASOLINI A RENZO PARIS A SEGUIRE “CHARLOT MONELLO”, SERATA DEDICATA AI PIU’ PICCOLI

Sarà consegnato il 26 luglio, sempre all’Arena del Mare e sempre con inizio alle ore 21,30, il Premio Charlot omaggio a Pasolini a Renzo Paris, autore del volume “Pasolini – Moravia. Due volti dello scandalo”, volume che mette in risalto le analogie storico letterarie di due scrittori amici come Pier Paolo Pasolini e Alberto Moravia.

A continua a leggere sul sito di riferimento

Notizie correlate

Potrebbero interessarti

Nonno (Fdi): “Primo intervento per riqualificare il Parco Urbano dei Camaldoli”

“Con questo primo intervento è iniziata una nuova fase per il Parco Urbano dei Camaldoli, a pochi mesi dal suo insediamento il presidente del...

Matacena, commercialisti protagonisti della ripresa economica

Presentata la lista “Odcec 2.0, costruiamo insieme il futuro della professione” per l'Odcec Napoli Nord “La pandemia ha portato stravolgimenti in ogni settore: il mondo...

Kyung Wha Chu e Viktoria Baskakova vincono il Premio “Sigismund Thalberg”

La dodicesima edizione assegnata ex aequo alle pianiste americana e russa La dodicesima edizione del Premio Pianistico Internazionale Sigismund Thalberg (nella foto in alto), curata...

Moretta: “Commercialisti pronti al rilancio del brand Italia all’estero”

Lo ha detto il presidente dell'Odcec di Napoli all'incontro su “Iniziative e progetti del Sistema Italia per l'internazionalizzazione e il sostegno all'export” con il...

Nonno (Fdi): “Primo intervento per riqualificare il Parco Urbano dei Camaldoli”

“Con questo primo intervento è iniziata una nuova fase per il Parco Urbano dei Camaldoli, a pochi mesi dal suo insediamento il presidente del...

Matacena, commercialisti protagonisti della ripresa economica

Presentata la lista “Odcec 2.0, costruiamo insieme il futuro della professione” per l'Odcec Napoli Nord “La pandemia ha portato stravolgimenti in ogni settore: il mondo...

Kyung Wha Chu e Viktoria Baskakova vincono il Premio “Sigismund Thalberg”

La dodicesima edizione assegnata ex aequo alle pianiste americana e russa La dodicesima edizione del Premio Pianistico Internazionale Sigismund Thalberg (nella foto in alto), curata...

Moretta: “Commercialisti pronti al rilancio del brand Italia all’estero”

Lo ha detto il presidente dell'Odcec di Napoli all'incontro su “Iniziative e progetti del Sistema Italia per l'internazionalizzazione e il sostegno all'export” con il...

Potrebbero interessarti

- Advertisement -