Scontro metro Napoli: De Magistris, il pensiero ai feriti. Al lavoro per capire quando potremo ripristinare linea

NAPOLI – “Il primo pensiero deve andare ai feriti. Per fortuna al momento nessuno sembra essere particolarmente grave. Cosa è accaduto ce lo diranno la magistratura e i tecnici che stanno facendo verifiche sul posto, noi siamo al lavoro per capire quando sarà possibile ripristinare la Linea 1 e quale sarà l’impatto sulla viabilità per i prossimi giorni”. Così il sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha commentato a Mattina 9 ai microfoni di Mariù Adamo lo scontro avvenuto tra alcuni convogli della metropolitana di Napoli. Il sindaco era atteso in studio questa mattina ma ha preferito intervenire in collegamento telefonico con la trasmissione per seguire da Palazzo San Giacomo gli sviluppi successivi all’incidente.
“Al momento ci risultano 17 feriti di cui 12 lievi che sono stati medicati sul posto dai medici del 118 e 5 ricoverati tra il Cardarelli e il Cto.
E’ una giornata difficile per la paura e il ferimento di queste persone ma anche per quello che è il futuro del trasporto su ferro della nostra città: in giornata speriamo di avere una visione più chiara sia sulle cause dell’incidente sia sull’impatto che questo avrà sui trasporti”.
“Al momento – ha continuato de Magistris – non sappiamo ancora se i tre convogli interessati saranno tutti sequestrati dalla magistratura o solo in parte. Sapete che la flotta napoletana è già ridotta ai minimi termini, tanto che aspettiamo a fine febbraio l’arrivo del primo treno, da immettere in servizio a ottobre. Non possiamo dare tempistiche precise, dobbiamo capire cosa è successo e accelerare al massimo – ma questo non dipende solo da noi – per il ripristino della linea e per capire quale sarà l’impatto nei prossimi giorni. Si farà il massimo come sempre con i mezzi a disposizione”.

Notizie correlate

Potrebbero interessarti

Iren: rileva ramo d’azienda in Irpinia da Sidigas

Coinvolte 55mila utenze quasi tutte in provincia di Avellino continua a leggere sul sito di riferimento

Mamma-pusher con reddito di cittadinanza nel Salernitano

Lasciava la cocaina sul tavolo con la figlia di due anni in casa continua a leggere sul sito di riferimento

Presidio degli studenti a Napoli: “Pretendiamo fondi per l’edilizia”

"Il 70% degli alunni è insoddisfatto. Basta edifici che cadono a pezzi" continua a leggere sul sito di riferimento

Iren: rileva ramo d’azienda in Irpinia da Sidigas

Coinvolte 55mila utenze quasi tutte in provincia di Avellino continua a leggere sul sito di riferimento

Mamma-pusher con reddito di cittadinanza nel Salernitano

Lasciava la cocaina sul tavolo con la figlia di due anni in casa continua a leggere sul sito di riferimento

Presidio degli studenti a Napoli: “Pretendiamo fondi per l’edilizia”

"Il 70% degli alunni è insoddisfatto. Basta edifici che cadono a pezzi" continua a leggere sul sito di riferimento

Potrebbero interessarti

- Advertisement -