“Sono donna e sono nera”, la campionessa di boxe Pamela Noutcho ora è cittadina italiana

BOLOGNA – Poco meno di un mese fa diceva in un video pubblicato su Facebook: “Sono una donna, sono nera, sono Pamela. E sì mi sento italiana e spero che un giorno ci sarà anche un pezzo di carta che me lo dirà”. Oggi la speranza di Pamela Malvina Noutcho Sawa, campionessa di pugilato e infermiera dell’ospedale Maggiore di Bologna, si è realizzata: la 30enne ha infatti prestato giuramento in Comune.

“ORA SONO COINTESTATARIA DI BEN 2.673 MILIARDI DI DEBITO”

“La nostra tesserata Pamela Malvina Noutcho Sawa oggi è diventata ufficialmente cittadina italiana”, annuncia l’associazione Bolognina Boxe, con cui l’atleta di origini camerunensi nel 2021 ha vinto i campionati italiani assoluti elite di boxe femminile nella categoria 64 chili. Mentre lei, Noutcho, su Instagram festeggia con un selfie fuori da Palazzo D’Accursio e una bella dose di ironia: “Faccia di chi è appena diventata cointestataria di ben 2.763 miliardi di debito”, cioè l’ammontare del debito pubblico italiano. Il percorso burocratico è durato un anno e mezzo, racconta l’associazione sportiva, sottolineando che “quella di Pamela è una vittoria collettiva dell’Asd Bolognina Boxe che fin dal primo momento si è impegnata affinché alla pugile venisse riconosciuto un suo sacrosanto diritto”.

BOLOGNINA BOXE: “CITTADINANZA UN DIRITTO, NON UN PRIVILEGIO”

Si legge poi nella nota: “Possiamo dire senza mezzi termini che Pamela è una ‘privilegiata’ in quanto la sua notorietà e i suoi successi sportivi l’hanno sicuramente avvantaggiata in un iter burocratico che è spesso inaccessibile e complesso per tutte le altre persone che non hanno la fortuna di salire alla ribalta per meriti sportivi”. Per questo “continuiamo a sostenere che la cittadinanza è un diritto per chiunque viva in Italia e non un privilegio da dover conquistare in una battaglia tra i vari sportelli immigrazione e neanche grazie ai meriti sportivi”, conclude l’associazione.

IL SINDACO DI BOLOGNA: “ORGOGLIOSO E FELICE”

Il sindaco di Bologna, Matteo Lepore, si dice “particolarmente orgoglioso e felice” di aver ricevuto il giuramento Noutcho. Lepore lo scrive su Facebook pubblicando una foto del giuramento che la ragazza ha prestato stamattina a Palazzo D’Accursio.

LEGGI ANCHE: Il Comune di Bologna riconosce lo ius soli nel proprio statuto. Lepore: “Noi apripista”

LEPORE: “LEGGE NAZIONALE SULLA CITTADINANZA”

Noutcho “è arrivata in Italia quando aveva otto anni”, ricorda il sindaco. “Quando il Comune di Bologna ha iniziato la battaglia sullo Ius soli- continua Lepore- mi avevano colpito molto le sue parole: la cittadinanza italiana non è una questione di merito ma un diritto”. Oggi, a 30anni, “quel diritto le è stato finalmente riconosciuto. Sono particolarmente orgoglioso e felice- scrive Lepore- di aver ricevuto, come sindaco e ufficiale dello stato civile, il suo giuramento di cittadina italiana”. Il post di Lepore si chiude con un impegno: “Continueremo ad impegnarci affinché lo Stato riconosca, in tempi dignitosi e rispettosi, chi nasce o studia in Italia per quello che è: un cittadino o una cittadina italiani. Serve una legge nazionale sulla cittadinanza”.

(foto di copertina tratta dal profilo Instagram di Pamela Noutcho)

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo “Sono donna e sono nera”, la campionessa di boxe Pamela Noutcho ora è cittadina italiana proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento

Notizie correlate

Potrebbero interessarti

Nonno (Fdi): “Primo intervento per riqualificare il Parco Urbano dei Camaldoli”

“Con questo primo intervento è iniziata una nuova fase per il Parco Urbano dei Camaldoli, a pochi mesi dal suo insediamento il presidente del...

Matacena, commercialisti protagonisti della ripresa economica

Presentata la lista “Odcec 2.0, costruiamo insieme il futuro della professione” per l'Odcec Napoli Nord “La pandemia ha portato stravolgimenti in ogni settore: il mondo...

Kyung Wha Chu e Viktoria Baskakova vincono il Premio “Sigismund Thalberg”

La dodicesima edizione assegnata ex aequo alle pianiste americana e russa La dodicesima edizione del Premio Pianistico Internazionale Sigismund Thalberg (nella foto in alto), curata...

Moretta: “Commercialisti pronti al rilancio del brand Italia all’estero”

Lo ha detto il presidente dell'Odcec di Napoli all'incontro su “Iniziative e progetti del Sistema Italia per l'internazionalizzazione e il sostegno all'export” con il...

Nonno (Fdi): “Primo intervento per riqualificare il Parco Urbano dei Camaldoli”

“Con questo primo intervento è iniziata una nuova fase per il Parco Urbano dei Camaldoli, a pochi mesi dal suo insediamento il presidente del...

Matacena, commercialisti protagonisti della ripresa economica

Presentata la lista “Odcec 2.0, costruiamo insieme il futuro della professione” per l'Odcec Napoli Nord “La pandemia ha portato stravolgimenti in ogni settore: il mondo...

Kyung Wha Chu e Viktoria Baskakova vincono il Premio “Sigismund Thalberg”

La dodicesima edizione assegnata ex aequo alle pianiste americana e russa La dodicesima edizione del Premio Pianistico Internazionale Sigismund Thalberg (nella foto in alto), curata...

Moretta: “Commercialisti pronti al rilancio del brand Italia all’estero”

Lo ha detto il presidente dell'Odcec di Napoli all'incontro su “Iniziative e progetti del Sistema Italia per l'internazionalizzazione e il sostegno all'export” con il...

Potrebbero interessarti

- Advertisement -