Stefano Cucchi, al processo depistaggi condannati gli otto carabinieri

ROMA – Dopo la sentenza definitiva del processo per l’omicidio di Stefano Cucchi, con la condanna di due carabinieri per omicidio preterintenzionale, arriva anche quella di primo grado nel processo sui depistaggi seguiti all’arresto e al pestaggio del geometra morto a 31 anni il 22 ottobre 2009 a Roma. Cinque anni per il generale Alessandro Casarsa, all’epoca dei fatti comandante del Gruppo Roma. Quattro anni per il colonnello Francesco Cavallo e per l’ex comandante della compagnia di Montesacro, Luciano Soligo. Due anni e sei mesi per il carabiniere Luca De Cianni.

LEGGI ANCHE: Ilaria Cucchi: “Tutti sconfitti, troppo alto il prezzo che abbiamo pagato”

Condannati anche l’allora comandante della quarta sezione del Nucleo Investigativo, Tiziano Testarmata, Francesco Di Sano, il carabiniere scelto che prestava servizio alla stazione dei carabinieri Tor Sapienza, e Lorenzo Sabatino: la sentenza è di un anno e 9 mesi per il primo e di un un anno e 3 mesi per gli altri due. Un anno e nove mesi per Massimiliano Colombo Labriola, luogotenente ed ex comandante della stazione di Tor Sapienza. Sono le condanne emesse nell’aula bunker di Rebibbia, dove oggi è arrivata la sentenza nel processo sui depistaggi seguiti al pestaggio e alla morte di Stefano Cucchi, il geometra romano arrestato il 15 ottobre del 2009 e deceduto sette giorni dopo all’ospedale Sandro Pertini.

LEGGI ANCHE: In Assemblea capitolina tributo a Stefano Cucchi. “Ora intitoliamogli una strada”

Le accuse contestate agli otto Carabinieri, a vario titolo e a seconda delle posizioni, vanno dal falso al favoreggiamento fino all’omessa denuncia e alla calunnia. “La sentenza odierna del processo che ha visto imputati otto militari per vicende connesse con la gestione di accertamenti nell’ambito del procedimento ‘Cucchi-ter’, riacuisce il profondo dolore dell’Arma per la perdita di una giovane vita. Ai familiari rinnoviamo – ancora una volta – tutta la nostra vicinanza. La sentenza, seppur di primo grado, accerta condotte lontane dai Valori e dai principi dell’Arma”, scrive in una nota il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri.

“L’amarezza è amplificata anche dal vissuto professionale e personale dei militari condannati Nei loro confronti sono stati, da tempo, adottati trasferimenti da posizioni di Comando a incarichi burocratici – sottolinea l’Arma – e non appena la sentenza sarà irrevocabile, verranno sollecitamente definiti i procedimenti amministrativi e disciplinari conseguenti. In linea con le affermazioni del Pubblico Ministero nel corso del dibattimento, il quale ha evidenziato come il processo non fosse ‘a carico dell’Arma’ – costituitasi peraltro parte civile – si ribadisce il fermo e assoluto impegno ad agire sempre e comunque con rigore e trasparenza, anche e soprattutto nei confronti dei propri appartenenti”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Stefano Cucchi, al processo depistaggi condannati gli otto carabinieri proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento

Notizie correlate

Potrebbero interessarti

Matacena, commercialisti protagonisti della ripresa economica

Presentata la lista “Odcec 2.0, costruiamo insieme il futuro della professione” per l'Odcec Napoli Nord “La pandemia ha portato stravolgimenti in ogni settore: il mondo...

Kyung Wha Chu e Viktoria Baskakova vincono il Premio “Sigismund Thalberg”

La dodicesima edizione assegnata ex aequo alle pianiste americana e russa La dodicesima edizione del Premio Pianistico Internazionale Sigismund Thalberg (nella foto in alto), curata...

Moretta: “Commercialisti pronti al rilancio del brand Italia all’estero”

Lo ha detto il presidente dell'Odcec di Napoli all'incontro su “Iniziative e progetti del Sistema Italia per l'internazionalizzazione e il sostegno all'export” con il...

La stanchezza emotiva provocata dal Covid-19

di ANTONIO SCAMARDELLA* Il mondo è in costante cambiamento, lo è anche e in particolare adesso. La pandemia in corso, però, sta cambiando il nostro...

Matacena, commercialisti protagonisti della ripresa economica

Presentata la lista “Odcec 2.0, costruiamo insieme il futuro della professione” per l'Odcec Napoli Nord “La pandemia ha portato stravolgimenti in ogni settore: il mondo...

Kyung Wha Chu e Viktoria Baskakova vincono il Premio “Sigismund Thalberg”

La dodicesima edizione assegnata ex aequo alle pianiste americana e russa La dodicesima edizione del Premio Pianistico Internazionale Sigismund Thalberg (nella foto in alto), curata...

Moretta: “Commercialisti pronti al rilancio del brand Italia all’estero”

Lo ha detto il presidente dell'Odcec di Napoli all'incontro su “Iniziative e progetti del Sistema Italia per l'internazionalizzazione e il sostegno all'export” con il...

La stanchezza emotiva provocata dal Covid-19

di ANTONIO SCAMARDELLA* Il mondo è in costante cambiamento, lo è anche e in particolare adesso. La pandemia in corso, però, sta cambiando il nostro...

Potrebbero interessarti

- Advertisement -