Un mausoleo per dos Santos, ex presidente angolano che divide anche da morto

ROMA – Un mausoleo potrebbe porre fine a una disputa su un cadavere che divide l’Angola, Paese petrolifero africano al voto il 24 agosto. Il morto è l’ex presidente José Eduardo dos Santos, al potere per 38 anni, deceduto l’8 luglio a Barcellona dove viveva da esule inseguito da accuse di malgoverno e corruzione e tuttora bloccato nella città spagnola dalla magistratura che indaga su un’ipotesi di omicidio.

IL SOSPETTO DI OMICIDIO

Il sospetto che possa essere stato assassinato è stato instillato da Tchize dos Santos, una delle figlie della sua ex prima moglie, forse d’intesa con la sorella Isabel (già alla guida della compagnia petrolifera nazionale e donna piu’ ricca d’Africa, poi finita sotto processo per le rivelazioni dell’inchiesta giornalistica Luanda Leaks) e il fratello José Filomeno (condannato a cinque anni di carcere in Angola per illeciti commessi durante il suo mandato alla guida del fondo sovrano che gestisce i proventi del petrolio).

A essere accusata di omicidio, nonostante una prima autopsia sul corpo faccia propendere per la “morte naturale”, è Ana Paula dos Santos, ex hostess e modella, vedova e madre di altri tre figli dell’ex presidente: la donna è considerata in rapporti migliori con il governo dell’attuale capo di Stato João Lourenço, in carica dal 2017 e ora candidato per un nuovo mandato.

I FUNERALI DI STATO E L’IPOTESI MAUSOLEO

L’ultimo colpo di scena è la decisione di Tchize, Isabel, José Filomeno e altri due fratelli di acconsentire a funerali di Stato per il padre in Angola, come chiesto dal governo di Luanda. Con una precisazione: le esequie si terranno dopo e non prima del voto come avrebbe desiderato invece Lourenco, pare ansioso di accreditarsi come garante di unità nazionale in una fase economica e sociale difficile, pur essendo stato proprio lui a lanciare la campagna anti-corruzione che ha colpito il clan Dos Santos costringendolo all’estero.

Si staglia intanto all’orizzonte il mausoleo, chiesto come contropartita per la consegna del corpo dell’ex presidente dai suoi figli maggiori. A Luanda una commissione governativa di 12 membri sta già studiando dove costruirlo. In attesa di dettagli appare improbabile possa essere imponente come quello dedicato a Luanda al guerrigliero e padre della Patria Agostinho Neto, un po’ obelisco un po’ razzo, piu’ alto della Statua della libertà americana, con un centro di documentazione e un parco immenso.

Leggi anche: Angola, nella villa di Neto invasa dagli sfollati sulla “collina della luce”/FOTOGALLERY
]]

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

L’articolo Un mausoleo per dos Santos, ex presidente angolano che divide anche da morto proviene da Ragionieri e previdenza.

continua a leggere sul sito di riferimento

Notizie correlate

Potrebbero interessarti

Nonno (Fdi): “Primo intervento per riqualificare il Parco Urbano dei Camaldoli”

“Con questo primo intervento è iniziata una nuova fase per il Parco Urbano dei Camaldoli, a pochi mesi dal suo insediamento il presidente del...

Matacena, commercialisti protagonisti della ripresa economica

Presentata la lista “Odcec 2.0, costruiamo insieme il futuro della professione” per l'Odcec Napoli Nord “La pandemia ha portato stravolgimenti in ogni settore: il mondo...

Kyung Wha Chu e Viktoria Baskakova vincono il Premio “Sigismund Thalberg”

La dodicesima edizione assegnata ex aequo alle pianiste americana e russa La dodicesima edizione del Premio Pianistico Internazionale Sigismund Thalberg (nella foto in alto), curata...

Moretta: “Commercialisti pronti al rilancio del brand Italia all’estero”

Lo ha detto il presidente dell'Odcec di Napoli all'incontro su “Iniziative e progetti del Sistema Italia per l'internazionalizzazione e il sostegno all'export” con il...

Nonno (Fdi): “Primo intervento per riqualificare il Parco Urbano dei Camaldoli”

“Con questo primo intervento è iniziata una nuova fase per il Parco Urbano dei Camaldoli, a pochi mesi dal suo insediamento il presidente del...

Matacena, commercialisti protagonisti della ripresa economica

Presentata la lista “Odcec 2.0, costruiamo insieme il futuro della professione” per l'Odcec Napoli Nord “La pandemia ha portato stravolgimenti in ogni settore: il mondo...

Kyung Wha Chu e Viktoria Baskakova vincono il Premio “Sigismund Thalberg”

La dodicesima edizione assegnata ex aequo alle pianiste americana e russa La dodicesima edizione del Premio Pianistico Internazionale Sigismund Thalberg (nella foto in alto), curata...

Moretta: “Commercialisti pronti al rilancio del brand Italia all’estero”

Lo ha detto il presidente dell'Odcec di Napoli all'incontro su “Iniziative e progetti del Sistema Italia per l'internazionalizzazione e il sostegno all'export” con il...

Potrebbero interessarti

- Advertisement -