venerdì, 7 Giugno , 24

Aosta, sottrae figlio di 5 anni a zii affidatari: madre in fuga

(Adnkronos) - Un bimbo di 5 anni, in...

Israele e Hamas in lista nera Onu per i bambini

(Adnkronos) - Le Nazioni Unite hanno deciso oggi...

Sinner battuto in semifinale Roland Garros, Alcaraz vince in 5 set

(Adnkronos) - Jannik Sinner sconfitto in semifinale al...

‘Pane & nutella’, prorogato termine per candidare varietà regionali

(Adnkronos) - Grande successo per l’iniziativa “Candida il...

VIDEO | Europee, dalle 7 dell’8 giugno urne aperte: come si vota. Occhio all’alternanza di genere

PoliticaVIDEO | Europee, dalle 7 dell’8 giugno urne aperte: come si vota. Occhio all’alternanza di genere

ROMA – Domani, sabato 8 giugno, alle ore 15 seggi aperti in tutta Italia per le elezioni europee, che si concluderanno alle 23 per riaprirsi anche nella giornata di domenica 9 dalle 7 alle 23. Oltre 47 milioni di aventi diritto da nord a sud potranno scegliere la lista di riferimento per il prossimo Parlamento europeo: 76 i seggi su 720 che spettano al nostro Paese, suddivisi per cinque circoscrizioni regionali, come spiegheremo più avanti.

PUOI BARRARE IL SIMBOLO E SCRIVERE I NOMI DEI CANDIDATI

Come informa il ministero dell’Interno, gli elettori devono recarsi a votare in possesso di documento di identità valido e tessera elettorale. In caso di smarrimento o esaurimento degli spazi per le timbrature sulla tessera, la stessa può essere richiesta anche nei giorni di votazione presso l’ufficio elettorale del Comune di iscrizione nelle liste elettorali. In questa tornata elettorale è però molto importante capire prima di tutto come si vota. L’elettore ha due opzioni: può decidere di apporre una X solo sul simbolo, oppure barrare il simbolo e scrivere i nomi dei candidati di quella lista, per un minimo di uno a un massimo di tre.

NON È CONSENTITO IL VOTO DISGIUNTO 

Attenzione: non è consentito il voto disgiunto, vale a dire che il candidato o i candidati prescelti devono appartenere alla lista barrata. Si può indicare nome e cognome del candidato, oppure soltanto il cognome (o addirittura il soprannome, se esplicitamente indicato nella lista elettorale). Ad ogni modo bisogna tenere a mente la regola dell’equilibrio di genere, che scatta dalle due alle tre preferenze. In caso di due scelte o tre, si deve scrivere il nome di un uomo e di una donna – senza un ordine particolare – perché scrivere i nomi di due candidati uomini o di due candidate donne comporta l’annullamento della seconda preferenza. In caso di tre preferenze, deve esserci almeno una scelta di genere diverso dalle altre due (due uomini e una donna, oppure due donne e un uomo). Se il genere è lo stesso per tutti e tre i nomi, verranno annullate la seconda e la terza preferenza.

L’articolo VIDEO | Europee, dalle 7 dell’8 giugno urne aperte: come si vota. Occhio all’alternanza di genere proviene da Agenzia Dire.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo https://www.dire.it

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles