lunedì, 15 Aprile , 24

Autonomia, Meloni: fiduciosa, non è questione di giorno prima o dopo

“Maggioranza ha fatto gran lavoro, dimostrato di voler andare...

Autonomia, Meloni: fiduciosa, non è questione di giorno prima o dopo

“Maggioranza ha fatto gran lavoro, dimostrato di voler andare...

Iran: attacco a Israele reazione “legittima e proporzionata”. L’Occidente apprezzi la nostra moderazione

Teheran: non stiamo cercando di “intensificare la tensione” nell’area Roma,...

Bari, Colaianni ritira la sua candidatura. Il Pd resta su Leccese

Rischio concreto di un centrosinistra diviso al voto dell’8...

Erbazzone reggiano, al via percorso certificazione Igp a Bruxelles

AttualitàErbazzone reggiano, al via percorso certificazione Igp a Bruxelles

Dopo via llibera Masaf alla richiesta di registrazione come Igp

Roma, 4 apr. (askanews) – “La notizia che il Ministero ha dato parere favorevole alla registrazione del nome Erbazzone reggiano come Igp ci riempie di soddisfazione. Ora il dossier verrà trasferito a Bruxelles per passare al vaglio degli uffici della Commissione europea. Si tratta di un ulteriore passo verso l’ottenimento della quarantacinquesima Dop e Igp della Regione Emilia-Romagna, con un prodotto che appartiene alla storia e all’identità delle famiglie reggiane e ha tutti gli elementi per essere promosso e diffuso nel mondo”.

Così l’assessore regionale all’Agricoltura, Alessio Mammi sulla decisione favorevole del ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali alla richiesta di registrazione come Igp, Indicazione geografica protetta, della torta salata di origine medievale nata come piatto povero contadino e oggi vanto della cucina reggiana.

“La Food Valley dell’Emilia-Romagna, con le sue 44 Dop e Igp – aggiunge Mammi – vale 3,6 miliardi di euro alla produzione su 8,5 miliardi a livello nazionale, e il comparto agro-alimentare della regione ha raggiunto nel complesso 34 miliardi di euro di volume produttivo, di cui quasi 10 miliardi esportati. Ottenere certificazioni di qualità significa poter garantire cibo buono, sicuro e controllato secondo un disciplinare specifico. Allo stesso tempo ci permette di tutelare i nostri prodotti dalle imitazioni e di poterli promuovere al meglio”.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles