martedì, 26 Settembre , 23

Conad rilancia Verso natura: la private label attenta alla sostenibilità

Una linea di 270 referenze e un fatturato a...

Sostenibilità, a Ecomondo 2023 focus sul nuovo Green Deal Europeo

L’appuntamento curato da Angi alla Digital Green Week Milano, 26...

Vino, Asolo Prosecco incontra le eccellenze casearie a “Caseus”

Il 30 settembre e 1 ottobre a Villa Contarini...

Fedriga: Trieste capitale mondiale scienza con Bsbf 2024

Evento incentrato su innovazione tecnologica e orientato al business Roma,...

Inail, progetto riqualificazione e restauro Archivio centrale Stato

AttualitàInail, progetto riqualificazione e restauro Archivio centrale Stato

Verrà presentato il 25 luglio a Roma

Roma, 24 lug. (askanews) – È in programma martedì 25 luglio, alle ore 13.30, presso il Ministero della Cultura, la conferenza stampa di presentazione del progetto di riqualificazione e restauro a opera di Inail del complesso monumentale di piazzale degli Archivi all’Eur, che dagli anni Cinquanta del secolo scorso ospita l’Archivio centrale dello Stato.

Vincolato come bene culturale dal 2004, l’immobile, di grande rilevanza storica e culturale, dal 2015 è di proprietà dell’Istituto. Sicurezza, sostenibilità e restauro estetico sono i tre obiettivi principali del progetto di riqualificazione, affidato dall’Inail a un gruppo di imprese con procedura a evidenza pubblica.

Gli interventi di restauro e risanamento conservativo previsti – spiega una nota dell’Inail – hanno un valore complessivo di 28 milioni di euro e sono in linea con le iniziative di riqualificazione urbana del piazzale. Per valorizzare il complesso monumentale sarà realizzato un nuovo impianto di illuminazione a forte impatto emozionale. Previsto, inoltre, l’impiego di materiali ecosostenibili, al quale si aggiungono efficientamento energetico ed energy sharing.

Intervengono il direttore generale, già sovrintendente dell’Archivio centrale dello Stato, Andrea De Pasquale, il commissario straordinario dell’Inail, Fabrizio D’Ascenzo, il direttore centrale patrimonio, Carlo Gasperini, l’architetto Vincenzo Corvino, la soprintendente speciale Archeologia, Belle arti e Paesaggio di Roma, Daniela Porro, e il direttore generale dell’Istituto, Andrea Tardiola. Conclude il ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles