venerdì, 12 Aprile , 24

Siani e Pieraccioni insiema a Natale in “Io e te dobbiamo parlare”

Le riprese della commedia a metà giugno, l’uscita per...

Pd, De Luca: anche Gesù aveva tra gli amici un traditore, Giuda

Non puoi controllare tutto, ma no a immagine di...

Il tonno in scatola punta agli sportivi: 1 su 4 sceglie cibi proteici

Ancit-Astraricerche: 85% italiani che praticano sport segue dieta specifica Milano,...

“Ecodesign the Future: EEE edition”, premiati giovani innovativi designer

Workshop realizzato da EconomiaCircolare.com in collaborazione con Erion WEEE Roma,...

Lollobrigida: da Ministeriale un impegno teso a valorizzare vino

AttualitàLollobrigida: da Ministeriale un impegno teso a valorizzare vino

Uscirà un documento conclusivo

Roma, 4 apr. (askanews) – Dalla Conferenza Internazionale sul Vino (Wine Ministerial Meeting), che si terrà a Brescia e a Verona dall’11 al 13 aprile, “uscirà un documento conclusivo, un impegno teso alla valorizzazione del vino che è qualcosa che unisce e non divide”. Lo ha detto il ministro dell’Agricoltura Francesco Lollobrigida durante la presentazione dell’evento al Masaf a Roma. Alla Ministeriale parteciperanno “tutti i paesi aderenti a Oiv che producono vino e vogliono valorizzarlo: sono oltre 30 nazioni che si spendono e si confrontano sul tema vino. La Ministeriale apre le celebrazioni dei 100 anni di Oiv che dureranno un anno e si concluderanno a Digione”.

Focus quindi su “sostenibilità ambientale, formazione, sicurezza e benessere che ruotano attorno al mondo del vino, anche in contrasto con le degenerazioni sull’uso delle bevande alcoliche, tra cui il vino non è la più pericolosa, è anche alcol in percentuale ridotta, che assunta in giusta quantità non crea danni, come qualcuno vorrebbe fare credere per ridurre la nostra capacità di concorrere a livello mondiale”.

Lollobrigida ha quindi spiegato che con la Ministeriale si avvia “un percorso che vede in prospettiva una maggiore unità della Ue, non basata su regole che mettono in ginocchio gli agricoltori e i produttori ma per promuovere quello che abbiamo di più prezioso e rendere l’Europa più forte e più credibile”.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles