mercoledì, 17 Aprile , 24

Vino, assegnato a Vinitaly il 51esimo “Premio Angelo Betti”

Tra i Benemeriti della vitivinicoltura c’è anche Marisa Leo Milano,...

Forza Italia frena sull’Autonomia, tensione con la Lega

Pioggia di emendamenti in Commissione alla Camera. Botta e...

Ponte Stretto,Schlein a Salvini:anche Pichetto è nemico Italia?

Ministero dice quello che abbiamo denunciato noi e associazioni:è...

CA Auto Bank partner finanziario di Dongfeng Italia

In vista del debutto sul mercato con il marchio...

Tulipani di Seta Nera, al via voto Premio Sorriso Rai Cinema Channel

AttualitàTulipani di Seta Nera, al via voto Premio Sorriso Rai Cinema Channel

Dal 9 maggio a Roma il festival della cinematografia sociale

Roma, 4 apr. (askanews) – Dal 9 al 12 maggio al The Space cinema Moderno di Roma torna il Festival Internazionale della Cinematografia Sociale “Tulipani di seta nera”, giunto alla sua XVII edizione. “L’unico modo per riconoscere il diverso è riconoscersi diversi” ha commentato Stefano Fresi padrino di questa edizione, insieme a Liliana Fiorelli, sottolineando l’obiettivo della selezione di opere del Premio Sorriso Rai Cinema Channel.

Le opere selezionate sono state scelte proprio per raccontare la diversità, la fragilità e l’unicità delle persone e dei luoghi in un percorso di superamento del conflitto verso l’unione di persone e popoli per la pace. Da oggi 114 opere, scelte tra le 400 iscitte alle 4 sezioni in concorso del Festival, ovvero Cortometraggio, Documentario, #SocialClip e Digital serie sono visibili sulla piattaforma realizzata da Rai Cinema Channel con il patrocinio di Rai per la Sostemibilità ESG e la Media Partnership di Rai Pubblica Utilità. L’opera che otterrà il maggior numero di visualizzazioni per la propria sezione concorrerà per il Premio Sorriso Rai Cinema Channel che verrà assegnato durante la XVII edizione. Ci sono state partecipazioni da tutta Italia, oltre che da paesi Ue ed extra Ue, tra cui Iran, Cile, Colombia, Argentina, Brasile Australia e Canada.

Le opere selezionate parlano bullismo, stereotipi di genere; vanno dall’ambiente alla sicurezza sul lavoro e stradale; dai disturbi alimentari alle incomprensioni famigliari; dalla disabilità alla guerra, con una particolare attenzione alle diseguaglianze, alle diverse forme di esclusione sociale e alla salute mentale. Tra i protagonisti delle opere selezionate nelle varie sezioni, volti noti al grande pubblico come Antonio Catania, Giorgio Colangeli, Carla Signoris, Alessandro Haber, Matilde Gioli, Ludovica Di Martino, Ester Vinci, Elisabetta Pellini, Pietro Genuardi, Silvia D’Amico, Andrea Roncato, Sara Ricci, Pietro De Silva, Nadia Bengala, Ivan Castiglione, Lucia Batassa, Franco Mussida della PFM, Salmo, Club Dogo feat Elodie, Dargen D’Amico.

Il festival è presieduto da Diego Righini e realizzato dall’associazione di promozione sociale “Università Cerca Lavoro”, su idea di Paola Tassone, e nasce con l’intento di dare attenzione a temi sociali come l’integrazione, la tutela, i diritti e la valorizzazione di ogni singola persona o luogo.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles