lunedì, 15 Aprile , 24

L’Iran ha fermato la nave mercantile “israeliana” Msc Aries

Lo ha fatto sapere il regime di Teheran Roma, 15...

Apple, vendite smartphone trimestre in calo 10%, Samsung la sorpassa

Balzo dei produttori cinesi di smartphone Huawei e Transsion Roma,...

Lollobrigida: oggi premiamo il nostro sapere fare eccellenze

Ministro e premier premiano studenti istituti agrari Roma, 15 apr....

Cc tutela Agroalimentare in Sicilia per incontro su controlli

Al centro Igp carota Ispica e pomodoro Pachino Roma, 15...

Si insedia nuovo Cda Ismea, Livio Proietti presidente

AttualitàSi insedia nuovo Cda Ismea, Livio Proietti presidente

Dg Maria Chiara Zaganelli e vicepresidente Gaia Morelli

Roma, 3 apr. (askanews) – Si è tenuta oggi la riunione di insediamento del Consiglio di amministrazione dell’Ismea, presieduto da Livio Proietti, nominato presidente dell’Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare con Decreto del Presidente della Repubblica 22 febbraio 2024.

Oggi Gaia Morelli, già membro del precedente CdA, e Alessandro Beduschi, assessore all’agricoltura della Regione Lombardia, nominati consiglieri del Cda Ismea con Decreto ministeriale n. 111261 del 6 marzo 2024, hanno deliberato, su proposta del presidente, la nomina a direttore generale di Maria Chiara Zaganelli, riconfermata nel ruolo, e a vicepresidente di Gaia Morelli.

Con l’insediamento del Cda, che resterà in carica per quattro anni, e la nomina del direttore generale, l’Ismea porta a compimento il processo di riorganizzazione.

“Sono onorato di assumere la presidenza di Ismea – ha detto Livio Proietti – un istituto strategico per il settore agroalimentare italiano che ho avuto modo di conoscere a fondo e di guidare durante la mia gestione da Commissario straordinario, apprezzandone la credibilità costruita negli anni e l’assoluta qualità del management e delle risorse umane che lo compongono”.

“Ringrazio il presidente Proietti e i consiglieri per la fiducia nuovamente accordatami – ha aggiunto Maria Chiara Zaganelli – Al termine di una gestione commissariale che ha consentito il rafforzamento strategico dell’Istituto con l’adozione del nuovo Statuto, siamo oggi pronti ad affiancare il Ministero con il dovuto impegno e la necessaria determinazione, continuando a offrire i nostri strumenti e a dare risposte concrete alle imprese del settore agroalimentare italiano”.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles